Lifting facciale

Il lifting del viso è un intervento chirurgico finalizzato al suo ringiovanimento, conferendogli un aspetto più giovanile senza alterarne la fisionomia.
Il lifting è utile per uomini e donne il cui volto e collo hanno iniziato a evidenziare una lassità con perdita della definizione dei contorni . La fascia di età nella quale questo intervento è più richiesto è compresa tra i 40 e i 60 anni, ma il lifting viene eseguito con successo anche in persone di età superiore a quella precedentemente segnalata.

I possibili rischi e complicazioni dell’intervento comprendono ecchimosi temporanee, gonfiore, alterazione della sensibilità, dolore e dolorabilità, sensazione di pelle tirata e asciutta. Specifici rischi e complicanze rapportati al proprio tipo di pelle e di tessuto adiposo del viso andranno discussi con il Chirurgo prima dell’intervento.

Come per ogni intervento, nelle fasi preliminari il chirurgo prescriverà gli accertamenti di routine necessari, tenendo conto del fatto che recentemente si propongono ai pazienti sempre più di frequente interventi in anestesia locale con sedazione, quindi senza necessità dell’anestesia generale.

A seconda della necessaria estensione dell’intervento ai tessuti del viso e del collo, si potrà gestire la fase postoperatoria con dimissione nello stesso giorno dalla clinica a seguito di una osservazione di alcune ore o dopo aver passato una notte in degenza con assistenza infermieristica. Al termine dell’intervento il chirurgo deciderà se posizionare drenaggi (uno per lato), che vengono rimossi il giorno successivo. Si può, quindi, riprendere una vita “normale”, che non comporti prolungata esposizione a fattori climatico-ambientali che possano provocare variazioni estreme di temperatura o alterazioni delle ferite chirurgiche. Il Chirurgo consiglia per i primi dieci giorni di non “affaticarsi” e di svolgere attività che non provochi aumento della frequenza cardiaca o, comunque, sforzi fisici. In seguito, a seconda delle predisposizioni individuali, si riprenderanno gradatamente i consueti ritmi di vita e tutte le abitudini di gestione della propria giornata lavorativa e privata

La durata dei risultati dipende dalla tecnica usata, da complicanze quali la scarsa tenuta dei tessuti riposizionati imprevedibile e imprevenibile, dalle abitudini di vita (comprese quelle voluttuarie, quali il fumo, l’esposizione al sole…), dalla tendenza e velocità della propria pelle ad invecchiare. Solitamente la media della stabilità dei risultati si aggira sui sette anni.



Ancora dei dubbi?
Non esitare a contattare il Dr. Luciano Arturi.



 accetto le condizioni aggiornate della privacy

+